Home Sostegno all'assistenza Archivio Progetto Aurora: insieme con la Fondazione Cassa di Risparmio di Roma
Progetto Aurora: insieme con la Fondazione Cassa di Risparmio di Roma PDF Stampa Email
Lunedì 25 Settembre 2006 00:00

 

Grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Roma, l’associazione Laziale Fibrosi Cistica ha potuto attuare il “Progetto Aurora” che vede la realizzazione di una palestra  e la ristrutturazione di nuovi ambulatori.

 

E’ stato fatto un intervento massiccio sui vecchi locali situati presso la Clinica Pediatrica del Policlinico e adibiti a magazzino, trasformandoli in una palestra molto accogliente dove i pazienti possono effettuare, sotto il controllo attento dei  nostri  fisioterapisti, programmi appropriati e specifici di rieducazione posturale e di riallenamento allo sforzo.

 

L’altra parte del progetto Aurora riguarda la ristrutturazione di nuovi ambulatori, riservati ai bimbi più piccoli, diagnosticati per screening . La scelta di nuovi ambulatori separati dagli altri è motivata dalla necessità di separare i pazienti più piccoli, ancora esenti da infezioni dell’apparato respiratorio e ancora non colonizzati da germi patogeni. In questo modo si possono evitare le pericolose infezioni crociate.

 

L’associazione ringrazia la Fondazione Cassa di Risparmio di Roma che ha reso possibile la realizzazione del Progetto Aurora.

 

I più moderni strumenti di riabilitazione motoria per aiutare 400 malati di fibrosi cistica.

 

Ha spiegato Serena Quattrucci, responsabile del Centro Fibrosi Cistica della Regione Lazio, durante l'inaugurazione del 20 settembre 2006: "Lo sport, la rieducazione posturale e lo sviluppo delle capacità coordinative oltre alle tecniche di disostruzione bronchiale, rivestono un ruolo fondamentale nella terapia rieducativa di questa diffusa malattia, che in Italia colpisce un bambino su 2500 nati. Ed è anche grazie all'attività fisica, svolta con appositi materiali oggi disponibili nella palestra del Policlinico, che siamo riusciti in pochi anni a innalzare il limite di sopravvivenza dai 16 anni ai 35 anni".

 

Ad usufruire di questo nuovo spazio - realizzato, ricordiamo, grazie ai contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Roma, della famiglia Gamberoni e della ditta Fumagalli - saranno i giovani pazienti del Centro di Fibrosi Cistica e quelli affetti da altre patologie croniche polmonari, che potranno ora utilizzare con assiduità lo spazio a loro dedicato.

 

"Siamo orgogliosi di questa iniziativa - ha detto Ubaldo Montaguti, Direttore Generale dell'Azienda Policlinico Umberto I - che rappresenta un ulteriore passo nel processo di miglioramento della qualità dell'assistenza in Italia, volto a garantire un approccio terapeutico completo agli utenti, in linea con gli standard di cura europei".

 

 

La Fondazione Cassa di Risparmio di Roma   persegue scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico, in via principale nei settori della sanità, dell’arte, della conservazione e valorizzazione dei beni e delle attività culturali e dei beni ambientali, dell’istruzione, della ricerca scientifica, dell’assistenza alle categorie sociali deboli, anche con attività di sostegno del volontariato, proprio come è avvenuto sostenendo il “Progetto Aurora”

 


 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggere la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information